Recensione – “La Maggior Parte”.


Diciamo che per ascoltare il “Gold One”, bisogna non essere tristi. Insomma, è musica che fa prendere a male.

Quindi se siete già presi male, meglio non inferire.

Esattamente come il collega, Murubutu, (che anche lui, infatti, ha fatto lavori con la GloryHole records).

Ma siccome beh, alla fine mi sto sentendo bene, ho deciso di dargli orecchio, e ho fatto bene.

Tra l’altro oggi, non so bene definirvi il perché, ma era il giorno perfetto per ascoltarlo.

Non so se era il clima, l’atmosfera, il giusto freddo, il giusto umore… Era tutto giusto, tutto qui.

Tra roba nuova, e pezzi vecchi, rifatti, ripresi, ci immergiamo nel caos di Claver.

Musica triste, concious rap, una voce roca, adattissima ai testi, e si parte per un viaggio di 17 tracce.

In realtà son quasi tutte vecchie(Anzi, “La Maggior Parte”)… Tranne per prima, “La maggior parte”.

Pezzone.

Questi remix, non so se definirli meglio delle originali, ma è sicuramente interessante, e la musica del piano mi rapisce…

E ovviamente, è un piacere riascoltare “C’è qualcosa che non va”, “Anima nera”, “Soffio di lucidità”… Ma andiamo a quelle che mi hanno colpito di più.

“Un altro giorno in pigiama”, con un po’ di sax, ha qualcosa di profondamente rilassante, mescolato alla profonda malinconia.

Mentre la ascoltavo guardavo un po’ il tramonto, sarà per questo che mi ha fatto un effetto così benefico.

Una goduria anche con “Anestesia Emozionale”, la voce di Santro nel ritornello è perfetta.

Altra traccia che ho preferito tantissimo all’originale. Anche questa un po’ mi ha rilassato, anche se il testo è sempre da presa a male.

“ Rivoglio le emozioni perse, le promesse

Notti calme che qui l’ansia non le ha rese più le stesse

Voglio persone oneste che non vendono il mio nome

Voglio un modo per sentirmi vivo e non importa come

Sogno un’illusione”

Ho adorato “Piove Ancora”, con Chiodo.

Musica perfetta, una goduria musicale eccelsa.

Perfetta, tutto perfetto. Pezzo da 10 pieno.

“ La pioggia scende lentamente cade giù

Probabilmente non sono come mi vuoi tu

Vorrei di più di un cielo che attende

E la luna si accende ed io in mezzo alla gente

Mentre la pioggia prende coraggio e cade giù

Probabilmente non sono come mi vuoi tu

Ritorni al blu ed il sole risplende

Io chiudo le tende e son solo nuovamente”.

E poi siamo a “Mare d’Inverno”, forse la mia preferita di Claver… E niente, lascio qui il link, per farvela gustare a voi: https://www.youtube.com/watch?v=aMxUP7KQRJ8

Insomma, nel complesso ottimo: erano quasi tutte canzoni che conoscevamo, ma è stato bello riascoltarle.

Un bel dieci, e via.

Buona serata.

Categorie:Recensioni musicaliTag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

2 comments

  1. Greetings, There’s no doubt that your blog could be having web
    browser compatibility problems. When I look at your web site in Safari, it looks fine but when opening in Internet
    Explorer, it’s got some overlapping issues. I just wanted to provide you with a quick heads
    up! Besides that, wonderful blog! https://vanzari-parbrize.ro/parbrize/parbriz-skoda-fabia_i_saloon_6y3_-2017-280746.html

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: