#Poesia – Cuore Nero.

Il cuore non splende.

Sta rinchiuso nella sua fortezza,

non è nemmeno più una corazza.

Non indossa corazze: perché non ne ha bisogno.

Sta solo. È ferito.

Con le parole scritte su di esso, che fanno ancora male.

La consapevolezza che è stato spremuto fino allo stremo,

insieme con la consapevolezza di voler ritrovare la sua purezza.

L’amore che prova è puro.

Qualcosa l’ha corrotto, ora.

Colui che lo tiene nel petto, si ostina a voler restare come meglio crede.

Pensa di essere “perfetto così com’è”.

Sopportando il peso di questa maschera che gli hanno dipinto addosso.

Un cuore nero e annerito,

come se avessero usato gessi di quel colore,

per rovinare le sue pareti.

Il cuore rischia di perdere la sua identità.

Non si pente di essere quello che è,

non si pente di aver agito come si sentiva.

Sa bene che il modo in cui è stato definito,

è la cosa più distante dalla realtà.

Riempito di stronzate, letteralmente.

Lui e quello che amava.

Ora che deve sopportare il dolore,

il peso del nero.

Pieno di menzogne.

Credono che sia così ingenuo,

ma non lo è.

Si ritiene incapace di odiare,

ma odia il fatto che gli sia stato portato via quello che amava.

E più importante di ogni persona, passione, sentimento,

è proprio sé stesso che hanno portato via.

Qualcosa a cui stava lavorando e ha lavorato per molto tempo.
La sua versione migliore,

decidendo lui come esserlo.

Non come “dovrebbe” secondo altri.

A sussurrare ed urlare in solitudine:
“Lasciatemi perdere,

lasciatemi sognare.

Lasciatemi amare.

Lasciatemi essere quello che voglio essere,

lasciatemi sperare.

Lasciatemi ritrovare,

la mia vera faccia.”

Il cuore nero si controre nel suo stesso dolore.

Sono sempre io a decidere cosa voglio,

chi sono.

E nella mia testa – non solo la mia – son state messe idee sbagliate.

E non accetto.
La mia idea resta la più valida, prima che tutte ste influenze (nome originale: Cazzate), entrassero.

Voglio indietro quello che era reale.

E non come “dovrebbe essere”.
Ficcatelo in c***, come “dovrebbe”, o come “è”.

Perché non è quello che era.

Cuore nero,

che vuole tornare rosso.

Annunci

Posted in

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...