Recensione Videogioco- Hades.

#recensione #videogioco #recensionevideogioco #hades.

Non ho ancora completato il 100% del gioco, ma sono ormai ad un buon punto per scoprire tutti i punti rimasti nell’ombra, diciamo…
Tuttavia, farò una recensione di questo gioco che mi sta coinvolgendo particolarmente: si chiama Hades, Ade. Quindi è nell’epoca greca, e molte cose sono ispirate alla mitologia e alla storia ellenica, di fatto.

Come suggerisce il nome, infatti, siamo nell’Ade: ovvero, l’oltretomba greco.

Infatti, il dio dei morti, Ade è nostro padre. Noi siamo Zagreus e abbiamo un obiettivo: scappare da casa nostra.

La cosa particolare di questo gioco è che se si muore, si ricomincia sempre da capo: non avevo mai giocato a uno di questo genere. Roguelike.

Per noi poveri ignoranti, usiamo sempre wikipedia: https://en.wikipedia.org/wiki/Roguelike.

 Alcuni giochi del genere già li conoscevo per fama, come “Binding of Isaac”, ma sembra che in “Hades”, ci sia la differenza che alcuni potenziamenti siano permanenti e non solo temporanei, che perdi quando muori. (Mi hanno detto che Isaac è così, ma non avendolo giocato, non saprei ben dirvi com’è l’esperienza di gioco…)

Sembra sia una “palla”, ma questo videogioco ha la capacità di appassionarti, di spronarti ad andare avanti, facendo progressi pian piano. E quando torni nel punto in cui eri morto la prima volta, hai quella voglia di “rivincita”, soprattutto se sono stati dei boss.

Ed è bello perché è come se vedessi la ricompensa del tuo “duro lavoro”: non esistono i punti esperienza e livelli, ma ci si può potenziare; c’è anche una vasta scelta di armi; che non sono una più potente dell’altra, in realtà.

Annunci

hades

Quindi si può finire il gioco con una qualunque di esse, dipende dall’abilità del giocatore.
Ed è anche per questo che penso che sia bello questo gioco: perché mette ad una vera prova l’abilità di chi ci gioca.

È difficile, ma non impossibile finire il gioco anche più di una volta. L’esperienza non la fa il personaggio, la fai tu giocandoci, acquisendo pian piano la manualità adatta per poterlo finire.

Ci son dei potenziamenti permanenti, come detto prima, ma non sono quelli a farti finire il gioco: è proprio l’esperienza del gioco, protratta nel tempo.

La trama ti spinge ad essere sempre più curioso di scoprire le cose: andare sempre più avanti… E non solo! I creatori del gioco hanno messo anche qualche sorpresa, numerosi “easter eggs”.

Insomma, il gioco non è mai banale, c’è sempre qualcosa di nuovo da scoprire, quindi ti intrattiene nel modo giusto, il motivo principale per cui esistono i giochi, del resto.

Non ci vuole nemmeno questa eccessiva concentrazione per battere i boss e vincere… Insomma, può essere anche bello tranquillo, senza impazzirci troppo.

Tuttavia, alcuni dei pregi appena elencati, potrebbero essere una specie di arma a doppio taglio: infatti per qualcuno potrebbe addirittura risultare fastidioso l’impegno per finire il gioco e ricominciarlo da capo ogni volta.

Per qualcosa ci vuole una certa “apertura mentale”, ovvero la voglia di potersi diciamo, “impegnare” per un gioco. Che poi è sempre divertimento, non dimentichiamolo mai.

Il gioco ha più livelli: in ogni parte dell’Ade, c’è un’ambientazione diversa e nemici diversi. Entri sempre nelle “stanze” e lì combatti i nemici. Alla fine c’è una ricompensa che varia in ogni stanza, non sono mai le stesse.

In conclusione, è un gioco d’azione molto interessante, che sinceramente consiglio: specialmente a chi ha una certa esperienza e dimestichezza come il sottoscritto.

Annunci

Posted in

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...