#Poesia: ” Quello che ti meriti”.

Dicono che meritiamo di più,

ma poi questo più non lo abbiamo comunque.

Dicono che non ne vale la pena,

però per te ne valeva, eccome.

la fiera delle frasi fatte, quando qualcosa va male:

“non ti merita,

chi non ti vuole non ti merita,

la vita va così,

Quello che perdi non era…

non era (bah!) destinato a restare nella tua vita.”

(Credere nel destino è la morte del libero arbitrio.)

Ultimamente mi sto chiedendo cosa merito e chi mi merita davvero.

Ultimamente mi sembra di aver ricevuto più giudizi che aiuti.

Quando succede sento che è più: “è come dico io, non come dici tu”,

che un modo serio di dare una mano.
Mi sembra che le amicizie abbiano pensato di me, come se fossi un pazzo,

pare che sia assurdo che io abbia pensato anche minimamnte

che potevo far andare bene delle cose,

che era un poco come pensavo io.

Io sento che non mi abbiano dato ascolto,

che ogni volta che alzavo il dito c’era qualcuno pronto a bloccarlo,

a spezzarmi l’indice.

Ora forse dovrei alzare il medio.

Mi semrba che invece di darmi ascolto,

di darmi una mano,

un aiuto per farcela, boh…

Mi abbiano calpestato il cuore,

ignorando o non capendo come mi sentissi davvero.

Meno male che è forte, un gigante. Il mio gigante.

Mi sto chiedendo quindi,

chi mi meriti.

Se le stesse persone che dicono quello che mi dovrei meritare,

lo sappiano davvero.

Non direi.

Questo “meglio” che non arriva mai…

Io voglio il peggio, stavolta. Sì, non me ne frega del “meglio”…

Cosa merito, quindi?

Forse non merito queste amicizie?

Forse non merito questi giudizi.

E non si può pensare che “ognuno ci vuole bene a modo suo”, a volte.

Insomma, anche il “modo mio”, non guasterebbe.

Cosa merito? Merito qualcosa di diverso di ‘sta marea di stronzate.

Merito qualcosa di diverso.

E sai una cosa, fratè?

Quello che merito credo di poterlo decidere io, se permetti.

Se permetti mi riprendo in mano la mia vita a modo mio.

E decido di chi fidarmi veramente…

O di chi sia capace di dare un VERO parere sulla storia.

E non di chi crede di aver capito tutto,

sembra sono un’ostentazione presuntuosa,

quando non fanno altro che giudicare.

Che poi scusatemi, ma se uno sa già cosa vuole

e la sua idea non cambia mai,

quindi si sente a posto con sé stesso e la sua coscienza,

di conseguenza nessuna “idealizzazione”,

cioè mi dite che ca**o deve fare uno più di così?

Annunci

Posted in

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...