#Recensione e pensieri sulla #SerieTv: ” #DoctorWho”.

Piccola premessa: rispolvero un vecchio articolo che scrissi ormai anni fa per un altro blog… (Quindi non faccio nessuna fatica eheheeheh…) A parte gli scherzi: è la mia serie preferita e anche se ci sono riferimenti al natale, in questo articolo, comunque rispecchiava in pieno il mio pensiero su di essa.(Anche se mo che la pubblico, non è natale, ovviamente…)

.

Il natale, occasione che sembra sempre durare mesi, ma che in realtà è solo una settimana o dieci giorni, una festa in cui si cerca calore nei camini o nei termosifoni, e a volte semplicemente nei propri cari, per degli appassionati della serie “Doctor Who” c’è un qualcosa in più di speciale oltre ai regali, feste e il sentirsi liberi di mangiare senza pensare alla dieta.

Le puntate speciali di natale, hanno infatti, sempre appunto, tematiche natalizie, e nella puntata è sempre natale, più o meno.

Più o meno sì, perché chiaramente con il dottore, non si sa mai.

Iniziamo dalle basi: per chi non conoscesse questa famosa serie, e chi magari avrebbe intenzione di vederselo. Cos’è il Dottore?

Il dottore non è precisamente umano, o almeno non terrestre. Il suo aspetto è umanoide ma egli è un signore del tempo: una razza aliena che esiste nel pianeta chiamato “Gallifrey”.

Cosa sono dunque i signori del tempo? Esseri viventi capaci di muoversi nel tempo e nello spazio con astronavi dotate di tecnologia avanzatissima, chiamate TARDIS. Esse hanno anche la capacità di cambiare aspetto e di evolversi con il passare del tempo, diventando anche maggiormente avanzate.

Annunci

Nel TARDIS il dottore si rigenera, la rigenerazione è una capacità dei signori del tempo quando stanno per morire. Cambiano volto, personalità, statura, corporatura, e a volte anche sesso.

La serie è nata negli anni ’60, poi è terminata alla fine degli anni ’80 e in seguito ripresa nel 2005.

Il dottore in particolare, in origine era intenzionato a fermare “la guerra del tempo” una guerra che dura secoli e secoli combattuta tra i signori del tempo e i Dalek, loro eterni nemici. I Dalek sono alieni di forma simili a polipi con un occhio solo che vivono in armature robotiche dentro cui combattono uccidendo tutti con armi micidiali. Il loro “motto” è “EXTERMINATE”, ovvero “STERMINARE”, frase che ripetono all’infinito quando invadono i pianeti.

Anch’essi sono capaci di viaggiare nel tempo e nello spazio, e anch’essi possiedono una tecnologia bellica avanzatissima.

Il dottore in origine rubò un TARDIS con lo scopo di fuggire dalla guerra, e trovare un modo per fermarla.

Viaggia sempre insieme a una compagna, quasi sempre infatti la sua compagnia è una donna.

Una caratteristica interessante della serie è che ogni natale esce una puntata speciale natalizia.

In alcune di queste puntate sono anche state particolarmente intese e cruciali per la trama stessa, specie perché in alcune di esse, (spoiler alert!) il dottore si è rigenerato.

In quella di quest’anno, che ancora deve ovviamente arrivare, “Twice upon a time”, hanno già annunciato che infatti l’attore Peter Capaldi lascerà la serie. Ciò ha scatenato molta tristezza, come ogni altro Dottore che lascia la serie, perché sono tutti capaci di farsi amare dai fan, la tristezza viene poi rimpiazzata dall’amore che si prova per il successore, con un volto diverso, e non solo il volto: cambia lo stile, la personalità… e a volte anche alcuni valori.

Il nuovo dottore sarà una donna: per qualcuno magari questa cosa fa piacere, scatena curiosità e quindi tanta voglia di vedere una donna nei panni del Dottore: una novità mai vista prima!

Tuttavia ciò ha scatenato anche numerose polemiche che io ho letto in modo particolare su twitter.
alcuni commenti dicevano che il “Dottore” deve essere uomo.

In ciò mi collego anche alla tematica del mese scorso. Nella serie non è stata mai fatta questa distinzione tra uomo e donna e sessi.  Come detto su essi si possono rigenerare da uomo a donna e viceversa, e infatti ciò genera anche una sessualità molto libera e variabile.

Infatti questi sono stati degli ottimi messaggi, che magari, non hanno colpito tutti.

Mi auguro che l’atmosfera natalizia, possa smuovere gli animi, e far mettere da parte i pregiudizi per poter godere ancora della bellezza infinita di questa serie.

Molte puntate natalizie mi sono rimaste nel cuore come quella con riferimenti al “Canto di Natale”, il cui titolo è infatti “A Christmas Carol”, dove il dottore ha a che fare con un vecchio “scrooge” dal cuore spezzato. Riuscirà ad aiutarlo grazie ai suoi viaggi nel tempo.

C’è una puntata speciale che è ambientata in un pianeta in cui è sempre natale, in cui il dottore difende la popolazione dai sui nemici di sempre, “The Time of the Doctor” non mi dilungo per non farvi spoiler ulteriori.

the time of The doctor è una puntata speciale in cui il dottore decide di restare su un pianeta per secoli per proteggere la popolazione che vi abita dagli attacchi ei nemici di sempre del dottore: i Cybermen e i Dalek. Più i dalek dei cybermen (uomini bionici) che desiderano infatti uccidere da tempi immemori il dottore siccome ha sventato sempre i loro piani malefici.

Annunci

Queste popolazioni sono lì perché il dottore protegge una scritta che nessuno a decifrare, perché sarebbe capace di sconvolgere il tempo e lo spazio stesso, e anche per difendere una crepa temporale che si trova proprio lì, da cui stanno comunicando i simili del dottore, rinchiusi in uno spazio tempo della “guerra del tempo” che stanno cercando di comunicare con lui per essere salvati. Il Dottore non può lasciare che tutto cada in cattive mani e che persone innocenti possano rimetterci la vita. Per fare ciò la inganna, dicendole che doveva mettere la chiave al suo TARDIS, lei lo fa, credendo fosse un semplice favore…

Per proteggere la sua compagnia di viaggio, Clara Oswald, la manda indietro al suo tempo sulla terra, con il suo TARDIS, perché non voleva che fosse rimasta con lui a rischiare la sua vita.

Il messaggio della scritta che il dottore riesce a decifrare significa semplicemente “Doctor who”, è una delle “domande” che il dottore avrebbe sentito prima della sua morte, o così gli era stato detto infatti.

Clara riesce a tornare a “Natale” appunto, il pianeta del natale e ritrova il dottore invecchiato, per un signore del tempo l’invecchiamento è un processo che richiede secoli.

Il dottore, il dodicesimo per essere precisi, sta per morire. Un signore del tempo può, in teoria, rigenerarsi solo fino a 12 volte.

Clara riesce a parlare con i signori del tempo, che riescono in qualche modo a mandare l’energia al dottore per potersi di nuovo rigenerare, sconfigge una volta per tutte i suoi nemici, e salva il pianeta.

Entra nel TARDIS, per “l’ennesima volta” perché dovrà di nuovo rigenerarsi, cambiando volto…

«Tutti noi cambiamo, se provi a pensarci. Siamo tutti persone diverse nel corso di tutta la nostra vita. E va bene così, è forte, bisogna continuare a muoversi, non bisogna però dimenticare tutte le persone che siamo stati prima. E io non dimenticherò mai niente di quello che ho vissuto. Neanche un giorno. Lo giuro. Ricorderò quando il Dottore ero io per sempre.»

(L’addio dell’Undicesimo Dottore a Clara, poco prima della rigenerazione.)

in questo modo l’attore cambierà da Matt Smith a Peter Capaldi, e inizierà dunque, una nuova serie di avventure.

Anche se nella mia opinione personale, non tutte le puntate hanno la stessa profondità o bellezza di tutti questi specials, ho la sensazione che la prossima sarà di una bellezza unica.

Perché ogni speciale offre un’atmosfera natalizia, con dei messaggi che solo “Doctor Who” è capace di darci.

Messaggi di appunto, uguaglianza, parità dei sessi, di pace, di essere contrari alla guerra, quindi pacifisti.

Proprio nell’ultima stagione. Tra l’altro, la compagna del dottore è omosessuale; in una scena i due parlano appunto della sessualità, e il dottore dice a Pearl, che tra i signori del tempo non esiste distinzione, anche a causa della rigenerazione.

Questo ci fa pensare che sarebbe bene essere come loro, vedere appunto, tutti uguali come siamo infatti.

“Doctor Who” è una serie capace di appassionare tutti, che possono amare persone di tutte le età: mai banale, mai troppo cruento, pieno di emozioni, di riflessioni e di insegnamenti.

Buona visione a tutti!

doctor_who_time_of_the_doctor-1440x900

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...