“Ogni muro ha il suo punto debole” – #Poesia.


Innalziamo alte mura,

per difenderci.

Però ogni muro, ogni fortezza,

ha il suo punto debole.

Quindi ho capito,

che avere una fortezza è un altro limite.

Che è meglio vivere senza confini,

estendersi all’infinito,

aprirsi a tante possibilità.

Certo, ciò non significa che sarà privo di punti deboli,

ma non voglio essere un re,

butto via la corona…

il mio regno è stato distrutto,

la mia fortezza ha avuto una grossa breccia,

infine, hanno raggiunto il cuore che stavo cercando di proteggere.

Cercavo di rimettere insieme i pezzi,

poi capisco un’altra cosa importante:

meglio lasciarlo in pezzi,

senza rimetterli insieme.

Mi sono spezzato,

ma non è stata la pura delusione amorosa,

c’erano tante cose,

che alla fine, hanno fatto cedere il muro,

hanno fatto breccia.

Ed eccomi qui, a contemplare la distruzione.

Ed io che continuavo a pensare,

a come salvare tutto questo…

Alla fine, lo lascio distrutto.

Mi sento libero,

mi sento cresciuto,

cercando di avere me, solo me, dentro di me.

Ora, sono senza confini:

e le radici si dipanano, nel terreno del mondo.

PS: ancora questo non mi basta, per trovare il suo punto debole, ma ora so che c’è sempre un punto debole, nelle difese.

Annunci
Categorie:Introspezione, Poesia, PsicologiaTag:, , , , , , , , , , , , ,

2 comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: