#Poesia:”Demoni”.


Come il passato,

come ogni sbaglio, ogni volta che hai errato,

ti hanno tormentato,

pensavi di esser scappato,

ma non l’hai sgominato,

il demone che è rispuntato.

Ha lo stesso aspetto di ieri,

e oggi torna a prenderti quello che volevi.

Lo hai liberato tu stesso,

lo hai permesso,

perché ora ti sentivi abbastanza forte,

per non essere più sottomesso.

Alla fine lo hai ammesso,

in questa guerra contro te stesso.

Il sigillo spezzato,

per poter uccidere il demone,

per poter vivere liberi, non essere più debole.

Hai affrontato le tue paure e debolezze,

e qualcuno ne è rimasto coinvolto,

mentre cambiavano le certezze.

Il demone non chiede perdono,

ma racconta la sua storia,

ora che l’hai sconfitto,

non senti di avere avuto gloria,

non senti neanche gioia.

È un po’ come cadere nelle miniere di Moria.

Adesso dimmi se riesci ad amare la tua fragilità,

quello che ti ha tenuto fermo al suolo,

e ha falsato la tua identità.

Dimmi se riesci ad amare tutto di te,

ogni sfaccettatura, ogni difformità.

Riesci a fare qualcosa di così importante,

che ti offrirà stabilità?

Riesci ad accogliere le tue paure?

Riesci a dimenticare le ingiurie?

Quindi a smettere di distruggerti?

È tempo di uccidere questo demone,

è tempo di essere libero.

Annunci
Categorie:Consapevolezza, Introspezione, Piscologia, PoesiaTag:, , , , , , , , , , , ,

1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: