#Poesia:”Facce.”


Come cambio i visi,

come cambio i miei visi,

come cambio le mie facce,

come faccio perdere le mie tracce.

Faccio sparire le mie lacrime,

le mie ferite,

in un attimo sembro contento e felice.

Ormai capisco,

che nessuno può vedere il mio vero volto,

che il dolore va sfogato con me stesso,

per tutto quello che mi è stato tolto.

Solo con me posso essere me al 100%,

ed è solo così che posso sentirmi contento.

Forse è meglio che guardino solo la punta dell’iceberg,

tanto capiscono solo quella,

pensando ai tuoi problemi, come una storiella.

Il tuo cuore, che bella in tarantella,

quando pensi a lei, e quanto è bella.

Forse ho solo paura di essere offeso, ancora.

Forse ho capito che non c’è più bisogno,

di parlare dei miei cazzi, a qualsiasi ora.

E così, che tengo per me il dolore,

senza condividerlo,

con chi si dimostra traditore.

Ho deciso di non portare rancore,

ma della mia vita, voglio cambiare il colore.

Certo, non sarebbe male,

se oltre a criticare,

evidenziassero le qualità,

oltre che i difetti.

Anzi, sarebbe la normalità.

Dirmi di avere potenzialità,

ma poi dirmi che di farcela con le donne,

non ho possibilità.

Non avrò muscoli, ricchezze,

e altre cose che ritengo sciocchezze…

Ma ho altri punti di forza.

Annunci

Post Scriptum:

Sapete, sono più deluso e ferito da chi, invece di credere in me, mi ha solo detto “non puoi farlo” e altre cose… Che del rifiuto e il fatto che non ci parliamo più con chi ho perso.
Veramente: mi ferisce di più l’amico che non mi aiuta a credere in me stesso e nelle mie reali potenzialità e possibilità, più della ragazza che mi rifiuta e sparisce.

Perché se avessi avuto dalla mia parte, amici “Veri”, ovvero persone che ti aiutano e supportano, son sciuro che ce l’avrei fatta.

Invece di sentirmi dire da subito da tutti che era: “Palesemente sbagliato”, essere affezionati ad una donna.

È più colpa loro che mia, averla persa.

Ma come detto su, “Non porto rancore”.

Ma se avessi dato più ascolto a me stesso, se voi mi avreste detto:”Ce la puoi fare, basta essere tranquilli, basta che sei tu”, invece di evidenziare i miei e i suoi difetti, io…

Io ce la potevo,

io ce la POSSO, fare.

Categorie:Consapevolezza, Introspezione, Pensieri, Piscologia, PoesiaTag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: