#RomanzoApuntate:”Un Piromane in Ferie” – 27°Esimo Episodio.


Come ogni #Martedì, alle 17.00, un nuovo episodio de:”Un piromane in ferie”. Un’idea nata da me e il mio amico, Leo.

Nella puntata precedente ( https://loscrittorevolante.com/2021/08/17/romanzoapuntateun-piromane-in-ferie-26esimo-episodio/ ) Gabriella e Paola sembrano “svegliarsi” da qualcosa, da loro stesse. E “Supermarco” cerca il piromane nel paese di Paola, che decide, spontaneamente, di unirsi alla causa.

Link con tutti gli episodi: https://loscrittorevolante.com/tutte-le-puntate-deil-piromane-in-ferie/

27°Esimo Episodio:

Stefano, a causa di vari rifiuti ricevuti nella sua vita, aveva una grande difficoltà a credere in sé stesso. E quindi, era capitato tante volte di costruirsi una corazza.

Pensava che mettendosi in forma e aggiungendo tante cose, cercando di diventare muscoloso, allora sarebbe potuto piacere.

Quella era la prima reazione, ma… dopo mesi capì che era essenziale altro: doveva lavorare su di sé. Non solo dal punto di vista del fisico e della professione.

Altre volte, semplicemente, smetteva di pensarci e arrivava ad una facile conclusione: “chi mi amerà, ci sarà. Gli altri, vadano a fanculo”.

Questo però, spesso gli giocava contro: perché si metteva a ragionare esattamente come chi lo aveva allontanato, e ciò, credeva, non lo faceva un uomo migliore.

Per questo, poi, si metteva a pensare ad altro, a sperare di poter rivedere chi aveva perso. Almeno una sola, lei.

Ormai era grande abbastanza da capire che, nella vita, non c’è trauma più forte di perdere una persona cara.

E lo sapeva bene: un suo amico era morto. Non aveva provato dolore peggiore.

Sì, insomma: niente di peggio, di perdere quello che ami.

Queste cose le pensava, mentre andava dal suo amico: nella sua macchina, continuava ad ascoltare Moder:

“E anche se fa soffrire, prima di morire,

cresco.”

  • Moder:” Birre in Lattina”.

<< Sì, che dolore crescere, quando capisci che molte cose, sono ormai finite. E magari, da molto più tempo di quello che pensi>>.

Tuttavia, il giovane era anche pronto a lasciarsi le cose alle spalle, a guarire. Quasi, il pensiero di poterla vedere nel suo paese, non gli causava grossi problemi.

Aveva preso una decisione: sarebbe rimasto lì ancora un po’, coltivando la speranza di poterla rivedere, e avrebbe tentato a vivere nella sua città, fino a quando (così supponeva), non ce l’avrebbe fatta più, e sarebbe tornato a Bologna.

Giunse infine proprio lì, vide la macchina del suo amico, uscì dalla macchina e andò verso la sua.

Annunci

Naturalmente, con suo immenso stupore la vide, proprio lì: Paola. Cercò di ricordare quale fosse l’ultima fottuta volta che l’aveva vista da vicino: troppo tempo fa.

  • Sali. – Disse Supermarco, senza tante cerimonie.
  • Ma…
  • Sali. – Ripeté la ragazza, con determinazione.

Marco lo fece salire, e cominciò a raccontare a Stefano la verità sul suo nuovo amico: e il giovane fu assalito dalle emozioni.

Si sentiva quasi svenire: essere all’improvviso nella stessa auto insieme alla ragazza a cui ancora pensava, e Giorgio, un criminale.

Riuscì solo a dire:

  • Quindi, che facciamo?
  • Non so, non posso arrestarlo, ma avevo bisogno di aiuto. Lei, non era prevista.
  • Ciao, Stefanone.

Disse lei, girandosi, sorridendo. Come se non fosse mai successo nulla tra di loro, come se quell’intervallo di tempo tra l’ultima volta che si erano salutati, e quel preciso istante, di colpo, non esistesse più.

Al giovane, sembrò un fottuto miracolo.

Ma non tradì emozioni, a differenza di un tempo, quando si sentiva libero di esprimerle. Mise da parte un impulso: quello di darle un bacio sulla guancia, di riabbracciarla.

Nel suo cuore, decise di rimandare quel bellissimo momento, in un altro istante.

  • Ciao. – Si limitò a rispondere. – Quindi, qual è il piano?
  • Lo aspettiamo qui.
  • Sei sicuro sia là dentro?
  • Certo, ha messo la macchina in un posto in cui credeva che non la trovassi: ma non è così facile fottere SUPERMARCO!
  • Ti vedo carico.
  • Lo sono.
  • Non avevo idea fosse un piromane… mi è sempre sembrato diverso.
  • Forse, Ste, lui è quello che tu diventeresti, se fossi senza amici, e senza la forza, che hai sempre, di andare avanti.

Il ragazzo guardò un attimo Paola, ricordandosi il motivo, per cui aveva avuto quella motivazione, quella determinazione:

  • Sì, e anche gli amici. Ma forse, hanno meno merito.
  • Esatto. – Disse Marco.

Stefano si sentiva teso, ma cercava di nasconderlo. Si sentirono rumori provenire dalla casa del piromane: sembrava stesse facendo le valigie: videro le tapparelle abbassarsi.

Il giovane investigatore, capì che voleva scappare. Giorgio, era ignaro che Supermarco sapesse dove abitasse, e infatti, contava proprio su quel fattore.

  • Come lo vuoi catturare?
  • Se opporrà resistenza lo legheremo! Lo porteremo dai poliziotti, io mi prenderò il merito della cattura.
  • Sei pazzo, Marco? Non puoi arrestare. E se passerai dei guai?
  • Rischi calcolati.

Paola, non diede alcun segno di dubbio: era come l’investigatore, in silenziosa attesa.

Infine, Giorgio uscì e Marco fece uscire tutti.

La ragazza, inaspettatamente, andò verso il piromane. Gli parlò.

L’uomo la vide, e si limitò a sorriderle:

  • Va già via, signore?
  • Sì, Paola. È stato un piacere vederti, come sempre. Sei diventata più bella di prima, sai?
  • Grazie. –  La ragazza sorrise, velatamente imbarazzata.
  • È tempo che io torni a casa.
  • Lasciatemi aiutarla con le valigie.
  • Non c’è bisogno! Sarebbe anche scortese… Non si chiede aiuto alle donne.
  • Ma va là! – Disse lei, – parità dei sessi.

Il piromane, abbassò la guardia con la ragazza, che chiaramente conosceva: del resto, in quel piccolissimo paesino, non c’erano molte altre giovani.

Marco, ne approfittò per sorprenderlo:

  • E allora, caro piromane, ti arrendi?

Giorgio rimase stupefatto: Stefano lo fissava, accusatorio e deluso. Paola lo aveva ingannato, e un giovane folle investigatore, voleva catturarlo.

Come sarebbe andata a finire?

Lo vedremo nella prossima puntata!

Se ti va, supportami, seguendo il blog, i miei social media, ascoltando i #podcast, lasciando like e /o commento, e condividendo i miei contenuti!

Mi faresti un grande piacere 🙂

Grazie mille, in anticipo.

Trovi tutto qui sotto 👇👇👇

Annunci
Categorie:Piromane in ferie, Romanzo a PuntateTag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

1 commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: