Opinioni esterne.


Ci spacciano spesso, l’opinione esterna, come se fossero migliori delle nostre. Come se, veramente, il parere dell’altra prospettiva, sia superiore.

Spesso, dunque, dimentichiamo che anche gli altri possono avere i loro limiti, che non si scappa dall’umanità, che nessun parere è, davvero, “superiore”, indipendentemente dal nostro QI.

E, del resto, non sta certamente scritto da nessuna parte che chi ha un’intelligenza più grande, abbia la verità in mano.

Credo che io sia troppo razionale. Ho pensato di pensare troppo, e, quindi, mi sono anche dovuto arrendere al fatto che anche la ragione abbia i suoi limiti.

Ebbene, la “razionalizzazione” dei fenomeni della nostra vita, non porta sempre alla loro soluzione, bensì, sono spesso un danno che ci viene arrecato. Cercando di trovare la “risposta”, la “soluzione”, dimentichiamo gran parte di noi stessi. Le emozioni, i sentimenti, non hanno la matrice razionale, e quindi, non necessitano “a tutti i costi”, di spiegazioni. (Per quanto me le abbiano cercate).

 

Annunci

Ma, dopo numerosi dibattiti, mi sono accorto della loro gravosa inutilità: le tante discussioni non mi hanno portato a nulla, non alla conoscenza, alla “ricchezza” alla quale credevo di giungere.

Ora capisco che non hanno fatto altro che distruggermi ed annichilirmi. Non è stato nulla di veramente costruttivo, che c’era molta “merda” da smaltire, che ho fatto del male a me stesso.

Non è colpa degli altri, ma mia, che sono stato il primo a dubitare di me stesso, e ora, eccomi qui, a scrivere queste riflessioni…

A sentire il peso della mia scelta, dell’assenza, e di tante cose. E non mi è rimasto quasi nulla, se non questa voglia di scrivere, e parlarne.

Perché mai il parere di altre persone, del resto, dovrebbe essere migliore del mio? Non si capisce.

In più, chi non prova le mie stesse cose, i miei stessi sentimenti, non può capirmi. Vorrei veramente, che anche per un solo istante fossero me, per caprie, per davvero, come ci si sente.

E non per cattiveria, ma semplicemente per tentare di aprire gli occhi. Qua, ormai, o la pensi come vogliono loro, oppure non va bene.

Spesso, mi è sembrato, che dietro le “preoccupazioni”, ci sia stata, in realtà, invidia e la volontà anche inconsapevole, di toglierti quello che hai di prezioso.

E, spesso, anche la fottuta necessità di avere ragione a tutti i costi. E fin troppa gente è così.

Sempre a credere di sbagliare, e di avere come unica soluzione criticarti, o scappare via.

Senza mai trovare la mediazione: ben poca gente è riuscita ad avere il giusto equilibrio tra critica e farti sentire una MERDA, per aver sbagliato; indipendentemente dalle intenzioni, buone o meno.

Ed è quello il problema: a volte non si dà la giusta misura, e si esagera. Anche io l’ho fatto, del resto.

Ma ciò non toglie i miei sentimenti, e il tenerci ai legami che possiedo. È tutto molto strano, ora.

Avere legami, senza confidarsi.

Confidarsi con chi non cerca il dibattito, ma chi ti vuole aiutare veramente, senza romperti i coglioni con cose come: “sei troppo ambizioso”, o cose così, insomma. Qualcuno che ti prenda per quello che sei, e per come ti senti.

Non so, forse sono stato io ad essermi posto male, però, è anche giusto gestire meglio le proprie emozioni, legami, amicizie.

Cercando di mantenere, invece di distruggere, tagliare, annientare.

Con una necessità costante di migliorarsi, di migliorare il mondo intorno a me.

Di fare davvero la differenza, perlomeno, per me stesso.

Infatti, io mica sono uno scemo, non ho bisogno di un’opinione esterna sulla mia vita: infatti, nessuno è davvero capace di capirla, più di me.

Se ti va, supportami, seguendo il blog, i miei social media, ascoltando i podcast, e condividendo i miei contenuti!

E/o lasciando un like e commento!

Mi faresti un grande piacere 🙂

Grazie mille, in anticipo. 🙂 Trovi tutto qui sotto 👇👇👇

Categorie:Consapevolezza, foglio bianco, Psicologia, RIflessioneTag:, , , , , , , , , , , ,

3 comments

  1. Bellissima riflessione molto introspettiva. Sono d’accordo quando dici che l’opinione altrui non è migliore della nostra, che bisogna essere nei panni di chi parla per poter dare un giudizio. Non apro il dibattito sull’intelligenza, è la sensibilità e la saggezza che fanno importanti le opinioni altrui. Se richieste. Altrimenti ben venga chi ascolta e ascolta. Basta.
    Molto interessante quando parli delle emozioni, che spesso cerchiamo di spiegare, pur non potendo, sono emozioni. 😚

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: