“Un Nuovo Mondo” – Parte 7.

Parte 6 qui.

Quell’isoletta era così tremendamente silenziosa ed inquietante.

Vedere la nave di cui era capitano, messa così, lo spaventava a morte.

  • E l’equipaggio? Anche loro sono morti?
  • Vorresti salire sulla nave per scoprirlo? – Domandò Randurass.

L’Eracolatore si guardò in giro: una nebbia mortale avvolgeva l’isola. Si sentì gracchiare, apparvero corvi, con le teste da uomo! Che visione terrificante.

Volavano attorno alla nave. Naturalmente, l’uomo aveva paura, però i due lo condussero a salire sulla nave fantasma.

Il mondo in cui viveva ora, era così cambiato… Le cose su cui un uomo fa affidamento, spariscono. Non c’era più razionalità.

Quell’uomo stava realmente salendo su una nave fantasma, qualcosa che in teoria, non dovrebbe avere neanche sostanza solida, dato che la vera barca era sicuramente in fondo al mare.

Comparve un corvo, aveva la testa di una donna, e fu molto familiare. Era la stessa faccia della donna che stava nel suo letto, immobile.

Era parte del suo equipaggio, erano tutti morti, ora trasformati in mostri non-morti.

In effetti, anche il corpo di quei corvi aveva qualcosa di strano: erano senza parte del corpo, il loro petto e la pancia erano senza carne: restavano solo le ossa.

Era una visione che fece spaventare moltissimo l’Eracolatore, mentre i suoi compagni erano molto silenziosi.

I corvi avevano le teste del suo equipaggio, almeno, alcuni di essi. Quelle persone che sperava di ritrovare, erano lì.

Pronunciava i loro nomi, qualcuno gracchiava, altri parlavano in modo strano.

Quello con la faccia da ragazza, parlò:

  • Cosa fai qui? È finita. Ancora non l’hai capito?
  • Certo che l’ho capito, infatti non è che ci contassi che cambiasse qualcosa.
  • E allora, perché?
  • Non tutto ha un motivo, bella mia.

L’uomo fece un gesto di amore verso quella creatura orripilante: accarezzò la guancia di quella testa parlante.

La si vide piangere.

  • È troppo tardi. – Disse lei.
  • L’hai deciso tu, l’avete deciso voi. Non è mai troppo tardi, per chi vuole fare la differenza. Per chi vuole tornare. Me ne andrò via, ma avrò sempre la speranza che torni, che torniate.
  • Illuso, come sempre. Sei così emotivo…
  • Non lo sono più. In questo momento non provo tanto quanto mi aspettassi.
  • E allora perché?
  • Perché…Perché… Perché… vorrei che le cose cambino, no?
  • Non puoi.
  • Sì, ora quello che ERA è morto. A me interessa quello che sarà.
  • E cosa sarà, se è tutto finito?
  • Non è finito tutto. Fin quando saremo vivi, ci sarà sempre spazio per la speranza.
  • Io non sono più viva.
  • Qua no, ma so che lo sei, al di fuori di qui. Ora, devo dimenticarti e andare avanti… Ma ho già deciso di restare ancora un po’, per vedere se ci rivediamo. So che non succederà, ma spero sempre che la vita mi sorprenda.
  • Perché?
  • Perché mi va. Voglio giocare ancora con il destino. Odio essere frainteso, e odio che si pensino cose sbagliate sul mio conto… Ma ormai, sto dimenticandoti.
  • E quindi, perché?
  • Mi piacerebbe tanto… Essere sorpreso dalla vita, per una volta. Mi piacerebbe sbagliarmi.
  • È inutile…
  • Forse. Infatti, sono già pronto ad andarmene, almeno, psicologicamente.
  • E resti…
  • Vorrei avere la possibilità di rivederti. Vorrei tanto non dovermene andare, perché non ho avuto altra scelta…
  • E te ne andrai.
  • Già.
  • Voi uomini fate cose inutili.
  • Non siamo tanto diversi, da voi donne.

La donna-corvo rise. L’uomo si ricordò quella splendida risata, che l’aveva fatto innamorare di lei. Ebbe una fitta al cuore.

È veramente strano parlare con chi è morto, nonostante sia, fisicamente, vivo.

Ma una cosa l’uomo si era tenuto per sé: voleva anche dare un ultimo saluto, prima di andare via, e non voleva farlo per nessuno, ma per sé stesso.

Sapendo che doveva abbandonare un posto, forse, per sempre, voleva fare un ultimo, spettacolare saluto. Qualcosa che lo soddisfasse, per lasciare, senza più rimorso o rimpianto.

E, da eterno insoddisfatto, sapeva bene cosa doveva e cosa voleva fare.

Se ti va, supportami, seguendo il blog, i miei social media, ascoltando i podcast, e condividendo i miei contenuti!

E/o lasciando un like e commento, per farmi sapere se ti è piaciuto!

Trovi tutto qui sotto

👇👇👇

4 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...