Non ti Preoccupare.

Se ti potessi parlare,

ti direi: “non ti preoccupare”,

sarò via di qua,

rapito dalla nostalgia,

ascolterò “Il Codice di Perelà”

e chissà,

cosa sarà, cosa ci resterà,

forse il nulla cosmico,

come quello che serve

capire gli errori, dopo che non puoi più usarli

per rimediare.

Ed è quasi comico,

ed è sempre come riemergere,

dopo aver perso tempo ad annegare.

Non ti preoccupare, ci vediamo nel “Codice di Perelà”,

mentre le note malinconiche, sono più in là,

oppure “Tra i denti”, mentre osservo l’umanità,

che forse di fare altro non ho la capacità.

Non ti preoccupare,

ormai è tutto appassito,

ormai è tutto malinconico,

ormai è tutto finito.

Ed io, che ti scrivo,

come se ancora contasse,

come se qualcosa, cambiasse,

di questa vita, paghiamo le tasse,

come allontanare qualcuno che ti amasse.

So che andare via,

sarà un po’ come aver fallito,

del tutto, qui dove sono,

“sei un mito”,

ma non stai più accanto a me,

mentre scoppia ogni tuono,

di questa vita, di questo uomo troppo buono,

scrivo tanto, ma ancora non suono…

Darò un bell’addio,

ma non pregherò più Dio.

Ci vediamo dopo…

Se ti va, supportami, seguendo il blog, i miei social media, ascoltando i podcast, e condividendo i miei contenuti!

E/o lasciando un like e commento, per farmi sapere se ti è piaciuto!

Trovi tutto qui sotto

👇👇👇

Un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...