“Prendetevi Anche Il Cielo” – I°Alba (parte 3):”Gli occhi dell’Oceano”.

ATTENZIONE: si precisa che, come altri racconti del blog (poesie incluse), questa è un’opera di fantasia. Ogni riferimento a luoghi, eventi, reali (varie ed eventuali) è puramente casuale.

Dato che nessuna delle persone descritte esiste realmente, e quindi non vive le sperienze descritte. (Ovviamente).

Ogni #mercoledì vi porto:” Prendetevi Anche il Cielo”, un romanzo che è ambientato in Calabria, e parla proprio della regione, e di alcuni suoi problemi, come la mafia, il disagio giovanile e altro…

Avevo scritto questo libro per la prima volta nel “lontano” 2019, ho anche partecipato al “premio Graziano”, con esso, finendo nelle menzioni speciali.

Lo riscrivo da capo, come una specie di prequel de “Un Piromane in Ferie”. Infatti qui appare Valentino, personaggio che Compare verso la fine del suddetto.

Qui trovate la puntata precendente.

I°Alba – parte 3:”Gli occhi dell’Oceano”.

Siccome la pensai, decisi di scriverle semplicemente un saluto, e mi misi a studiare, nonostante il caldo.

Quando studiavo, mettevo sempre un po’ di musica di sottofondo; nel mio repertorio avevo della musica jazz e rilassante. E, in quel giorno specifico, mi misi ad ascoltare:”Letter from Home” di Pat Metheney. (La passione per quel tipo di musica, e per quell’artista in particolare, mi era stata, diciamo, tramandata da mio padre.

Mi disse che la prima canzone che aveva ascoltato era:”Last Train Home”, che fece ascoltare anche a me, e diventò anche la mia prima canzone ascoltata dell’artista.

Dopo un po’, Cristina mi rispose, mi propose di uscire insieme quella sera, e io le dissi che avevo già un impegno con il mio amico.

Un po’ mi dispiaceva però. Ero veramente “affamato” di lei, non riuscivo a pensare di starci lontano troppo a lungo. L’avrei voluta baciare anche quel preciso istante.

Mi disse che se volevo stare con lui non c’era problema; io le proposi di aggiungersi, ma lei mi rispose che in caso passava, ma che voleva lasciarci soli.

Pensai che era davvero una brava ragazza, forse non si sentiva ancora di frequentare anche i miei amici. Io ero veramente ansioso di rivederla.

  • Va bene, se vuoi siamo lì… – Le scrissi.

Provavo a studiare, ma non riuscivo veramente a togliermela dalla testa. Mi piaceva moltissimo. Mi prendeva sia mentalmente che fisicamente. Era veramente la donna più bella che io avessi mai visto.

Riuscii a concentrarmi, dopo un po’. Avevo bisogno di sfogare quella passione che provavo per lei. Avevo bisogno di vederla, o forse di parlarne con qualcuno…

Mi rispose, dicendo che sarebbe venuta. Alla fine aveva cambiato idea, si era convinta.

<< Che strane, le ragazze>>, pensai. O forse mi sembravano strane a me, ai tempi. Forse mi piacevano in quel modo. Ci risi un po’ su, quasi come se dicessi che a me piacciono tutte quelle “pazze”. E forse era vero, forse, anche io tanto bene con la testa, non stavo affatto.

Erano cazzate che pensavo da giovane…

Ero un ventenne, ma sentivo ancora dentro di me un po’ di adolescenza, strascichi di confusione e pubertà, con un grandissimo desiderio di sesso, di amore, qualcosa di esplosivo.

Si fece sera, e mi feci la doccia, infine.

Onestamente, da nudo pensai a lei, ancora una volta, e me la immaginai, lì con me. la immaginai nuda, ed eravamo abbracciati. Era tutto molto romantico…

E poi, beh, mi dovetti sfogare facendo “da solo”. E un po’ mi dispiaceva farlo… perché quando mi innamoravo, era sempre più forte il desiderio di vedere una persona, riderci insieme, parlarci più del “mero” contatto fisico. Ero, e sono ancora fatto così.

E notavo, ogni volta che mi capitava di fare “quelle cose”, pensando alle persone che mi piacevano davvero, provavo un piacere maggiore rispetto ad altri… “mezzi”.

Lei, con i capelli castani, e quegli occhi… aveva gli occhi dell’oceano, e io mi ci perdevo dentro.

.

Se ti va, supportami, seguendo il blog, i miei social media, ascoltando i podcast, e condividendo i miei contenuti!

E/o lasciando un like e commento, per farmi sapere se ti è piaciuto!

Trovi tutto qui sotto

👇👇👇

2 commenti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...