#Recensione:”90100″ di Clave.

Dalla Sicilia, Clave. Un nome tra Claver e Kiave.

Un ragazzo siciliano, che ha fatto questo disco dal nome 90100. Siciliano, di Palermo come Johnny Marsiglia. Parla della Sicilia nei primi pezzi, e cita il suddetto. Il ragazzo è bravo, mi è piaciuto sia il flow che i testi.

Un gran lavorino, con anche fin troppe poche tracce: penso abbia preso spunto da JM, forse un po’ anche dallo stesso “Memory”, dato che ha inserito parti di siciliani che parlano come nell’intro di “penne corrotte”, in cui si sente “io sono fiero di essere Siciliano”…

(Racconto su JM qui: https://loscrittorevolante.com/2021/01/05/johnny-marsiglia/ )

Continua a leggere “#Recensione:”90100″ di Clave.”

#Recensione Album: “#CollanadiPerle” di Lanz Khan.

Versione video:

È uscito il nuovo lavoro di Lanz Khan: “Collana di Perle”. Lanz è un altro degli MC, che ho conosciuto nel gruppo “Chiamarsi MC tra amici senza apparenti Meriti Lirici”.

Gruppo di meme sull’hip hop (della quale esistono le rispettive pagine su Facebook e Instagram), che ringrazio di esistere, come li ringrazio per aver ampliato al mia cultura.  (E continuare a farlo. vi invita a seguirla!)

Nello stesso periodo conobbi anche i suoi amici che compaiono spesso nei suoi lavori: Axos e Jangy Leeon in particolare.

Dai primi ascolti, soprattutto di “Kandisky Innamorato”, e viste le produzioni mi aspettavo un totale cambio di stile. Non è stato totale ma c’è.

Meno “hardcore” di altri. Io sono rimasto ancora innamorato di “I Kill You”, finora per me, il suo lavoro migliore.

Allo stesso tempo, viste le produzioni mi aspettavo anche uno stile più vicino a quello di oggi della “nuova scuola”, o artisti più commerciali. Mi ero sbagliato. Potrei dire che è una via di mezzo. Da alcuni pezzi è così, da altri, Lanz mi ha ricordato un po’ lo stile di un altro che amo: Kiave.

Quel tipo di rap che esiste soprattutto per farti godere della sua esistenza, insomma. Roba seria.

Lo dico perché a me Lanz piaceva per come rappa: acculturato, tagliente, incazzato in un certo senso.

Mi sta piacendo molto questo cambio… Lui è sempre stato molto bravo e capace. Credo sia talmente versatile da poter suonare bene in ogni contesto.

Continua a leggere “#Recensione Album: “#CollanadiPerle” di Lanz Khan.”

Johnny Marsiglia.

Giovanni, ragazzo siciliano. Di Palermo per essere precisi.

Conosciuto, non famoso.

Il mio primo incontro con JM, fu nel feat. Con Mecna il remix di “Sul Serio”.

“Uomo di mare che piange sale

Che scorre la sua vita

Come le utilitarie in tangenziale

Mi chiede se è la fame che fa prendere un aereo

E gli rispondo che non sono io che brontolo, è il mio stomaco

Sul serio.”

Questa parte mi colpì in particolare. Quando ho conosciuto questa musica fu un anno difficile: senza lavoro e svolte.
Temevo di tornare giù, cosa che non avrei voluto fare.
E niente.

La musica da “terroni”, quelli che in qualche modo, non si sa come, crea un qualche legame spirituale con la propria terra.

Ho notato che questa è una cosa di molti uomini e donne del sud.

JM, mi identifico in lui. Ed è questa la cosa migliore della musica: quando ti ci rispecchi, quando trovi la tua anima, dentro quella di qualcun altro, che lui esprime con la musica, io da umile ascoltatore.

La musica è rilassante, non è quell’hardcore che bastona le orecchie. È concious riflessivo.

“ Tutti ti dicono: “meriti”, “dovresti”

Ma fanno solo rumore mentre mediti

Ok, bene, ora spegnetevi

Sembra che vogliate vendermi

La formula giusta per rendermi

Una star, una vera celebrity

Quando ho voluto qualcuno non c’era

Ma la cosa che mi rattrista

È che adesso quando non voglio nessuno

Voglio qualcuno che capisca…”

Fa come credi.

Questa musica mi mette un po’ pace, mi fa sentire la nostalgia. Quando sono stato fuori avevo costante nostalgia di casa.

E anche se è siciliano, abbiamo sentimenti simili. Del resto la Calabria non dista molto dalla Sicilia.

La sua voce è come dire, accogliente.

Non è mai forte, come l’hardcore più forte. Non è come Kaos, o altri.

Ognuno ha i suoi pregi, e JM, ha questi per me. Farmi sentire a casa quando ascolto la sua musica.

Continua a leggere “Johnny Marsiglia.”