Tag Archive for ‘Ragazza’

“Un Piromane in Ferie” – 28°Esimo Episodio.

“Un Piromane in Ferie” – 28°Esimo Episodio.

Come ogni Martedì, eccoci al solito appuntamento, con il mio romanzo a puntate, ideato con il mio amico, Leo.

È una storia di fantasia, in cui esiste un ipotetico piromane che, ogni estate, brucia la nostra regione.

Una storia tra il folle e il romantico, in cui faccio alcuni esperimenti di scrittura. Una roba per uno come me, un esordiente.

In questa pagina trovate tutte le puntate: https://loscrittorevolante.com/tutte-le-puntate-deil-piromane-in-ferie/

Qui la precedente: https://loscrittorevolante.com/2021/08/24/romanzoapuntateun-piromane-in-ferie-27esimo-episodio/

Riassunto ultimo episodio: Supermarco non si è arreso, vuole rintracciare il piromane, sa dove abita: chiama a Stefano, sono nel paese di Paola, che si aggiunge, inaspettatamente al folle inseguimento…

28° Episodio:

Stefano guardava Paola, dopo tanto tempo. Si ricordò una cosa, che aveva sempre pensato:

anche se gli avevano sempre detto che voleva solo i “pezzi di sticchio”, (pezzi di figa, ndr.), si ricordò che Paola gli era sempre sembrata una ragazza normalissima: certamente, si capisce, per lui era bellissima, e aveva un bellissimo corpo, ma…

Non era una modella irraggiungibile, come qualcuno gli aveva fatto credere.
<< Non sono stato io a metterla su un piedistallo, ma le persone con cui ne parlavo. Sono stato uno stupido, ho permesso a idee altrui di entrarmi fin troppo in testa>>, pensò.

Ed eccola lì, la guardava: sempre splendida. E perfettamente raggiungibile, ad un passo.

  • Oh, Paoletta! – Disse Giorgio, – sei proprio tu la ragazza di cui mi ha parlato, non è vero? E così, le nostre vite si sono collegate in questo modo, che strana…Coincidenza?
  • Forse non è una coincidenza, no? – Domandò Paola, un po’ sarcastica.
  • Già. – Affermò Stefano, – Forse le coincidenze, non esistono.
  • Basta con la filosofia! – Marco era stanco. – Ne parlerete dopo, voi due. Come se non avessi capito a cosa alludete. Ora, Signor Giorgio, arrenditi.
  • Lasciami stare, giovane. Ormai non farò più niente di criminale. Devo ringraziare il tuo amico. Lo prometto.
  • Lo prometti? Come posso crederti?
  • Non so, Marco. – Intervenne Stefano, – forse sarò ingenuo, ma… Io un po’ gli credo.
  • Mah.
  • Non potete arrestarmi.
  • Ascolta, Sté questa è la mia opportunità…
  • Ma sei tanto bravo che ne troverai altre.
  • Tu credi nella redenzione, eh?
  • Ne ho cercata una per me, e ora…
  • Ti capisco, ma…

Mentre i due discutevano, Giorgio provò a fuggire, scattando. Paola, lesta, lo fermò, facendolo cadere con uno sgambetto. Utili furono le sue gambe lunghe: le stesse, che Stefano trovava molto sexy.

Continue reading →