9ea63f8d899f25e71e4a254882d22582.750x750x1

Come ho detto in altre recensioni, ogni musica di qualità va disconosciuta, così come va riconosciuto il merito.

Vi dico che ieri sono uscito per la mia solita passeggiata, e siccome ho sempre meno voglia di pensare, penso per mezz’ora, forse meno, dopo mi metto la musica nelle orecchie.

(mi hai ispirato questa poesia:https://loscrittorevolante.com/2021/06/10/poesiacon-la-musica-nelle-mie-orecchie/ )

Quindi finalmente mi metto nelle orecchie “Fusion”, l’ultimo lavoro di Davide Shorty. Conosciuto tramite “Oltre”. (Link: https://www.youtube.com/watch?v=ESb1joJHo0E )

Sentito solo nei ritornelli, pensavo facesse tipo r’n’b. Ed infatti è così, diciamo. Rappa, e canta. Ha una voce meravigliosa, mi è sempre piaciuta, è sempre stato molto bravo. Musica rilassante, leggere, fatta molto bene.
Fusion è un piccolo capolavoro, e il ragazzo ha un grande talento.

Non ho ancora ascoltato altro, per ora mi sono “buttato” sull’ultimo. È di Palermo, Come Johnny Marsiglia. I siciliani hanno qualcosa di particolare nella musica, li sento nell’anima. Non troppo arroganti, profondi, come il mare che bagna le coste.

Devo ammettere che anche se mi è sempre piaciuto, non ho avuto fino ad ora, la “cosa” di ascoltarmi un disco, ma faccio grandi lodi alla musica, oltre che la voce di Davide.

(altro…)

175383449_109662707919583_3882497717289321958_n

A volte ritornano, anche se ci mettono anni. I Sottotono, tra i gruppi/crew che sono stati la mia culla di rap. Certamente, magari se avete visto/letto altre recensioni non ve lo aspettereste, ma ebbene sì: Tormento e Big Fish, insieme ai già citati Cor Veleno, Colle der Fomento, Kaos, Neffa, sono i miei “Padri” del rap italiano.

Infatti, fanno una musica ben più leggera, romantica, oserei dire anche più “commerciale”. Ma va bene così, o no?

Ho sempre amato la voce cantata di Torme, ha veramente la voce adatta per il pop. Ho sentito la sua versione rap-Hardcore-Concious, con il Primero, nel disco che hanno fatto in coppia:”El Micro de Oro”.

E poi c’è Big Fish, che posso definire senza peli sulla lingua, uno dei migliori produttori italiani, e non solo con Tormento, ma in generale, ha sempre fatto un lavoro eccellente.

Allora, iniziamo da “Mastroianni”, la prima traccia. Sono un rincoglionito: credevo che fosse il titolo del disco, e stavo inizialmente pensando fosse qualche bizzarro gioco del destino… Per cose mie.

Come già detto, sono canzoni romantiche, che però, mi hanno (anche quasi per forza), riprotato negli anni ’90-2000, quando li ascoltavo da ragazzino.

(altro…)