#Recensione di ” #TheGoodPlace”.

m8qzrexnajlsoqtb0h4jz5dwhmf-2

Ci ho messo relativamente poco a finire questa serie, che è finita forse anche troppo presto.

Forse, giudicando dal finale, si può pensare che avessero esaurito le idee. Non mi ha convinto… di primo impatto mi è sembrato troppo frettoloso.

Ma non parliamo troppo del finale, casomai foste interessati a guardarlo, non voglio guastarvi nulla, perlomeno non in queste prime righe.

Partiamo dal principio: cos’è “The Good Place”? Una serie abbastanza leggera, perlomeno all’inizio, che parla di un ipotetico “aldilà”. La protagonista (Eleanor), sembra sia finita nel “posto buono” per sbaglio e da lì inizia il vero incipit della storia.

La serie però si evolve ogni volta e sorprende… E ora, per fare un’analisi approfondita, mi sembra difficile non raccontare cose che si svolgono anche nella trama.

Ovvero, non riuscirei a fare un’analisi approfondita se dovessi pensare a non fare troppi spoiler.

Cercherò di non dire cose precise, ma vi avverto che quello che sto per scrivere è per chi l’ha vista tutta, o quasi, quindi, andiamo:

Allora, siccome siamo in un’ipotetica “altra parte”, c’è da dire che l’idea degli autori è originale, psicologica, filosofica.
Le persone vengono giudicate in maniera fin troppo rigida o superficiale per finire all’inferno (the bad place) per motivi, alla fine, trascurabili e non così gravi.

Quindi ci sono le persone che finiscono lì e notano che i loro errori, alla fine notano che non meritino effettivamente, di essere puniti così duramente, e quindi, iniziano discorsi sulla moralità, filosofia, educazione. Come le persone possano migliorarsi e migliorare: loro stesse, le persone che stanno intorno, la loro vita in tutto e per tutto.

Continua a leggere “#Recensione di ” #TheGoodPlace”.”

#Recensione e pensieri sulla #SerieTv: ” #DoctorWho”.

Piccola premessa: rispolvero un vecchio articolo che scrissi ormai anni fa per un altro blog… (Quindi non faccio nessuna fatica eheheeheh…) A parte gli scherzi: è la mia serie preferita e anche se ci sono riferimenti al natale, in questo articolo, comunque rispecchiava in pieno il mio pensiero su di essa.(Anche se mo che la pubblico, non è natale, ovviamente…)

.

Il natale, occasione che sembra sempre durare mesi, ma che in realtà è solo una settimana o dieci giorni, una festa in cui si cerca calore nei camini o nei termosifoni, e a volte semplicemente nei propri cari, per degli appassionati della serie “Doctor Who” c’è un qualcosa in più di speciale oltre ai regali, feste e il sentirsi liberi di mangiare senza pensare alla dieta.

Le puntate speciali di natale, hanno infatti, sempre appunto, tematiche natalizie, e nella puntata è sempre natale, più o meno.

Più o meno sì, perché chiaramente con il dottore, non si sa mai.

Iniziamo dalle basi: per chi non conoscesse questa famosa serie, e chi magari avrebbe intenzione di vederselo. Cos’è il Dottore?

Il dottore non è precisamente umano, o almeno non terrestre. Il suo aspetto è umanoide ma egli è un signore del tempo: una razza aliena che esiste nel pianeta chiamato “Gallifrey”.

Cosa sono dunque i signori del tempo? Esseri viventi capaci di muoversi nel tempo e nello spazio con astronavi dotate di tecnologia avanzatissima, chiamate TARDIS. Esse hanno anche la capacità di cambiare aspetto e di evolversi con il passare del tempo, diventando anche maggiormente avanzate.

Continua a leggere “#Recensione e pensieri sulla #SerieTv: ” #DoctorWho”.”